contact@plasticjumper.it

  (+39) 0532 061039

  Hai bisogno di assistenza? Apri un ticket

Mobile-first indexing, il mobile prima di tutto

Dove sei: Home > Blog > Mobile-first indexing, il mobile prima di tutto

Approfondimenti | 04-07-2018

Se anche tu lavori nel web e utilizzi la Google Search Console è probabile che stia ricevendo messaggi come questo:

 

Mobile-first indexing Google Search Console

 

Mobile-first indexing, cosa significa?

Google lo aveva annunciato, precisamente lunedì 18 dicembre 2017: "Getting your site ready for mobile-first indexing".

Il più famoso motore di ricerca al mondo ha deciso quindi di analizzare e scansionare i siti web in modalità "mobile", quando prima l'indicizzazione e il ranking avvenivano considerando la versione "desktop".

Il perché di questo importantissimo cambiamento è chiaro: chi naviga ed esegue ricerche oramai utilizza principalmente solo smartphone e tablet, arrivando a picchi del 70% di navigazione "mobile".

Dopo una prima fase sperimentale Google sta ufficialmente "passando" i siti in modalità mobile-first indexing, mandando una comunicazione (vedi immagine sopra) a quelli registrati nella Search Console.

Il tuo sito è pronto per questo grande passo?

È buona regola oramai consolidata sviluppare un sito web utilizzando il concetto di "responsive design", ovvero un unico sito che grazie alle media query del CSS si adatta alla risoluzione del dispositivo. Questo comporta ovviamente grandi vantaggi perché se lavori bene puoi gestire tutto senza il bisogno di creare una seconda versione "mobile" separata.

Un web designer prima di queste nuove necessità ideava e progettava un sito internet partendo dalla versione desktop, adattandolo poi eventualmente a risoluzioni differenti. Questa metodologia di lavoro purtroppo non è più efficace e deve essere invertita: per essere sicuri di avere un servizio gradevole e funzionale per l'utente (ma anche agli occhi di Google) ora il progetto parte dal mobile arrivando al desktop... impesabile qualche anno fa!  

Cosa devo fare per essere al passo con il mobile-first indexing?

Se hai lavorato come si deve probabilmente non devi fare nulla, il tuo sito andrà già bene così sia per chi naviga che per i motori di ricerca.

Sono comunque disponibili online degli strumenti per analizzare il sito e capire se siamo sulla strada giusta, lo stesso Google mette a dispizione un test di ottimizzazione mobile.

Se il tuo sito web invece è molto datato c'è la possibilità che non rispecchi questi requisiti, in questo caso c'è poco da fare... l'unica soluzione e rimboccarsi le manice e ridisegnare il tutto rispettando i nuovi standard del web.

In caso di dubbi puoi sempre controllare le linee guida di Google, per esempio le best practices for mobile-first indexing, oppure contattarci per qualsiasi dubbio o domanda.

 

Credit foto: by Edho Pratama on Unsplash

Mobile-first indexing: Google scansiona i siti direttamente in versione mobile